Micca con tipo 2

micca-tipo-2

Descrizione

Pochi ingredienti e semplici gesti per questa micca con tipo 2.
Molte persone pensano che preparare il pane in casa sia una missione quasi impossibile, invece è molto semplice: basta rispettarne i tempi, le temperature e utilizzare ingredienti di qualità, per avere un risultato che ci renderà felici e soddisfatti.

Dettagli

Tempi di preparazione: tempo preparazione 1tempo preparazione 2tempo preparazione 3 1 ora + 17 ore lievitazione + 40 minuti cottura
Difficoltà: difficoltà 1 semplice

Ingredienti per una pagnotta di circa 750 gr:

  • 500 gr di farina “la tipo 2” 
  • 330 gr di acqua  
  • 5 gr di lievito di birra
  • 5 gr di sale
  • 1 cucchiaio d’olio evo

Procedimento

  • Unire la farina, il lievito (precedentemente sciolto in acqua tiepida), l’olio, l’acqua e impastare per 10 minuti circa.
  • Aggiungere il sale e impastare ancora qualche minuto, fin quando l’impasto risulta omogeneo ed elastico.
  • Far lievitare per circa 12 ore in frigo in un contenitore oliato coperto da pellicola.
  • Togliere l’impasto dal frigo e lasciare intiepidire per 3 ore circa.
  • Rimpastare con cura (consigliamo di fare le “pieghe” all’impasto) e dare la forma alla pagnotta.
  • Mettere la pagnotta su una teglia con carta da forno e fare lievitare altre 2 ore circa in forno spento con luce accesa.
  • Mettere un pentolino di acqua in forno e cuocere in modalità statica prima a 250° per 5 minuti e dopo a 200° per 35 minuti circa.

Note e suggerimenti

  • Le vostre nonne vi hanno mai detto di “ascoltare il pane”? E’ uno dei segreti per capire quando la vostra pagnotta è veramente pronta: a svelarne la cottura è il fondo, non il colore ma il rumore. Battendo con le nocche deve restituire un suono “sordo come se dentro fosse vuoto. Il vuoto sarebbe segnale di alveolatura ampia e ben stabile, non umida, non collosa, quindi cotta.
  • I tempi indicati di lievitazione della micca con tipo 2 potrebbero variare in base alla temperatura dell’ambiente.
  • Dare LE PIEGHE all’impasto è utile per conferirgli maggiore struttura, favorendone la lievitazione. Le pieghe di rinforzo vanno fatte dopo la prima lievitazione e prima della formazione del pane, quindi prima della seconda lievitazione. Create un rettangolo con l’impasto e piegate il lato superiore verso l’interno fino a metà. Fate lo stesso con il lato inferiore fino ad avere un rettangolo più piccolo. Pressate leggermente con le mani e portate il lato sinistro verso il centro ed il lato destro a chiudere, proprio come un portafoglio. Se l’impasto lo permette, si possono fare queste pieghe più volte, per dare maggiore tensione alla maglia glutinica. Infine rigirate l’impasto con la chiusura rivolta verso il piano d’appoggio e con le mani dategli una forma tondeggiante.

Ricette correlate

biscotti-lagaccio-senza-burro

Biscotti del lagaccio senza burro

Tempo di preparazione: tempo preparazione 1tempo preparazione 2tempo preparazione 3

Difficoltà: difficoltà 1difficoltà 2

Plumcake alle pesche

Tempo di preparazione: tempo preparazione 1

Difficoltà: difficoltà 1

pane-tipo-2-semola

Pane con tipo 2 e semola

Tempo di preparazione: tempo preparazione 1tempo preparazione 2tempo preparazione 3

Difficoltà: difficoltà 1

focaccia-olive

Focaccia alle olive

Tempo di preparazione: tempo preparazione 1tempo preparazione 2

Difficoltà: difficoltà 1

LASAGNE DI GRANO SARACENO CON RADICCHIO E SPECK

Lasagne di grano saraceno con speck e radicchio

Tempo di preparazione: tempo preparazione 1tempo preparazione 2

Difficoltà: difficoltà 1difficoltà 2

grissini

Grissini

Tempo di preparazione: tempo preparazione 1tempo preparazione 2

Difficoltà: difficoltà 1difficoltà 2